Referenze Solare termico

Referenze Solare termico

MILITE PATRIZIA
RODANO – MI
200 LITRI – MONOSERPENTINO
44 TUBI – HEAT PIPE
ACQUA SANITARIA

NANNINI FABRIZIO
MELZO
300 LITRI – DOPPIO SERPENTINO
40 TUBI – HEAT PIPE
ACQUA SANITARIA

AGRATI
MERATE – LC
800 LITRI – DOPPIO SERPENTINO
60 TUBI – HEAT PIPE
ACQUA SANITARIA

MORA
CAPRIATE
4000 LITRI – DOPPIO SERPENTINO
336 TUBI – HEAT PIPE
ACQUA SANITARIA + PISCINA

GALANTE
MONTEVECCHIA – MI
2000 LITRI – DOPPIO SERPENTINO
200 TUBI – HEAT PIPE
ACQUA SANITARIA + PISCINA

NEGRINI
SEREGNO – MB
300 LITRI – MONOSERPENTINO
28 TUBI – HEAT PIPE
ACQUA SANITARIA

BERETTA
MELZO – MI
300 LITRI – DOPPIO SERPENTINO
24 TUBI – HEAT PIPE
ACQUA SANITARIA

CONFALONIERI
SETTALA – MI
300 LITRI – MONOSERPENTINO
28 TUBI – HEAT PIPE
ACQUA SANITARIA

BUZZI
LECCO
300 LITRI – DOPPIO SERPENTINO
24 TUBI – HEAT PIPE
ACQUA SANITARIA

BRIOSCHI
DESIO – MB
300 LITRI – DOPPIO SERPENTINO
28 TUBI – HEAT PIPE
ACQUA SANITARIA

BUTTI
MILANO
200 LITRI – MONOSERPENTINO
24 TUBI – CIRCOLAZIONE NATURALE
ACQUA SANITARIA

IMPIANTI IN REALIZZAZIONE

CASTOLDI DANIELA
ARZACHENA – OT
300 LITRI – MONOS + RES EL
PIANO 2,8MQ
ACQUA SANITARIA

ABBATE MARCO
SANTO STEFANO TICINO – MI
200 LITRI – MONOSERPENTINO
32 TUBI – HEAT PIPE DIRECT FLOW
ACQUA SANITARIA

FORMENTI MANUELA
DESIO – MB
200 LITRI – DOPPIO SERPENTINO
24 TUBI – HEAT PIPE
ACQUA SANITARIA

 

Controllare le referenze è un’operazione importante.
La maniera migliore per non avere problemi in futuro è ottenere la referenza giusta, noi garantiamo al 100% i nostri lavori fatti e i nostri clienti sono soddisfatti!
Contattali oggi stesso per sentire i risultati e le loro soddisfazioni

Referenze impianti fotovoltaici, Minieolico, Pompe di Calore esolar termico

Contattaci oggi stesso per avere il numero del contatto diretto con il responsabile dell’impianto di riferimento

 

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Numero di telefono (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

 

 

Referenze

referenze fotovoltaico

Perillo Canegrate (Mi) 
1 impianto da 3 kw cessione parziale (V Conto)

Gianoli Vanzago (Mi)
1 impianto da 5 kw cessione parziale (V Conto)

DAF s.r.l. costruzioni stradali Milano (Mi) uff. sig.ra Francesca
1 impianto da 12 kw cessione parziale (V Conto)

Ceriani Solaro (Mi)
1 impianto da 4,5 kw su box cessione parziale (V Conto)

Cardia Solaro (Mi)
1 impianto da 4,5 kw su box cessione parziale (V Conto)

Chinnici Nova Milanese (MB)
1 impianto da 4,5 kw cessione parziale (V Conto)

Galizia Nova Milanese (MB)
1 impianto da 4,5 kw cessione parziale (V Conto)

Gentile Limbiate (MB)
1 impianto da 6 kw cessione parziale (V Conto)

Bobbiese Bernareggio (MB)
1 impianto da 3,43 kw cessione parziale (V Conto)

Bicego Cantù (Co)
1 impianto da 4,14 kw cessione parziale (V Conto)

MG Costruzioni s.r.l ColognoMonzese (Walter Giangreco)
1 impianto da 8,28 kw cessione parziale (V Conto)

Santellani Albano Laziale (Roma)
1 impianto da 3 kw scambio sul posto

Bobbiese Carnate
1 impianto 4,83 kw cessione parziale (V Conto)

Soliseo s.r.l Castellazzo Bormida (Fedrico Rivoli)
1 impianto tecnologia innovativa Voltabri 199,68 kw cessione totale (V Conto)

Azienda Agricola Mortara Mariateresa Castellazzo Bormida (Al)
1 impianto da 19,68 kw cessione parziale (V Conto)

De Gaperin Carnate (MB)
1 impianto da 10,12 kw cessione parziale (V Conto)

Avanzi Gorgonzola (MB)
1 impianto da 4,14 kw cessione parziale (V Conto)

Comincini Zelo Surrigone (MI)
1 impianto da 2,99 kw cessione parziale (V Conto)

Bicego Giussano
1 impianto da 2,99 kw cessione parziale (V Conto)

Alex Immobiliare Ing. Zanet Nova Milanese
1 impianto da 75 kw cessione totale

Giussani Desio abitazione privata
1 impianto da 8 kw scambio sul posto ( IV Conto )

Giussani Desio abitazione magazzino
1 impianto da 10 kw cessione parziale ( III Conto )

Gardening – Vivaio e Giardinaggio – Galbiati Rolando Desio
1 impianto da 40 kw cessione totale ( III Conto )

Gardening – Vivaio e Giardinaggio – Galbiati Rolando Desio
1 impianto da 46 kw cessione totale ( IV Conto )

Camnasio Desio
1 impianto da 3 kw scambio sul posto ( IV Conto )

Parrocchia S.S. Pietro e Paolo Desio
Don Giuseppe Desio
2 impianti da 20 kw sulla chiesa cessione parziale ( IV Conto )

Ravanelli F.lli Cambiago
2 impianti da 4 kw scambio sul posto ( IV Conto )

Ravanelli Cambiago
1 impianto da 3 kw scambio sul posto ( IV Conto )

Villa Torre D’arese
1 impianto da 8 kw cessione parziale ( IV Conto )

Calabrese Vizzolo Predabissi
1 impianto 12 kw cessione parziale ( IV Conto )

Guzzoni Vizzolo Predabissi  
1 impianto da 2,6 kw cessione parziale ( IV Conto )

Loghin Moldura agriturismo Sailetto di Suzzara (MN)
1 impianto da 19.88 kw cessione parziale

Milite Rodano Millepini (IV Conto)
1 impianto da 3 kw scambio sul posto

Lavezzo Zelo Buon Persico
1 impianto da 17 kw cessione parziale (IV Conto)

Lavezzo Zelo Buon Persico
1 impianto da 44 kw cessione parziale (IV Conto)

Lavezzo Zelo Buon Persico
1 impianto da 85 kw cessione parziale (IV Conto)

Lavezzo Settala
1 impianto da 70,56 kw cessione parziale (IV Conto)

Pellizzari Catullo Trezzano Sul Naviglio
1 impianto da 8 kw cessione parziale (IV Conto)

Albagreen di Oleggini Francesca Castelletto sopra Ticino
1 impianto da 8 kw cessione parziale (IV Conto)

Formenti Desio
1 impianto da 12 kw cessione parziale ( III Conto )

Paolo Polledri Desio impianto al servizio dell’abitazione
1 impianto da 3 kw scambio sul posto ( III Conto )

 

Controllare le referenze è un’operazione importante.
La maniera migliore per non avere problemi in futuro è ottenere la referenza giusta, noi garantiamo al 100% i nostri lavori fatti e i nostri clienti sono soddisfatti!
Contattali oggi stesso per sentire i risultati e le loro soddisfazioni

Referenze impianti fotovoltaici, Minieolico, Pompe di Calore esolar termico

Contattaci oggi stesso per avere il numero del contatto diretto con il responsabile dell’impianto di riferimento

 

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Numero di telefono (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

 

 

Ecobonus al 65% per la riqualificazione energetica degli edifici

Bonus energetico 2013. Il  governo ha dato via libera all’Ecobonus per il risparmio energetico, che sale al 65% rispetto al 55% previsto fino al 30 giugno. La proroga è stata fissata fino al 31 dicembre 2013

Si tratta di riduzioni dall’Irpef e dall’Ires concesse per interventi “che aumentino il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti di qualunque categoria catastale, anche se rurali, compresi quelli strumentali”. Inoltre devono riguardare le spese sostenute per:

-la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento: la sostituzione o l’installazione di impianti di climatizzazione invernale con generatori di calore non a condensazione, con pompe di calore, con caldaie a biomasse, gli impianti geotermici e gli interventi di coibentazione non aventi le caratteristiche previste per gli altri interventi agevolati. Per tali interventi il valore massimo della detrazione fiscale è di 100.000 euro.

-il miglioramento termico dell’edificio (finestre, comprensive di infissi, coibentazioni, pavimenti): in questo caso  il valore massimo della detrazione fiscale è di 60.000 euro.

– l’installazione di pannelli solari: per tali interventi il valore massimo della detrazione fiscale è di 60.000 euro

– la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale: il valore massimo della detrazione fiscale è di 30.000 euro

Il bonus del 65%  deve essere ripartito in dieci quote annuali di pari importo. Possono godere dello sconto le persone fisiche (titolari di un diritto reale sull’immobile, condomini, inquilini, chi detiene l’immobili in comodato) , compresi gli esercenti arti e professioni, i contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali), le associazioni tra professionisti, gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale..

Per sfruttare il bonus, entro 90 giorni dalla fine dei lavori, occorre trasmettere in via telematica all’Enea copia della documentazione tecnica relativa all’intervento.

Risparmio fino al 50%

Il Consiglio dei ministri ha approvato la proroga dei bonus fiscali per le ristrutturazioni e il  risparmio energetico che e’ salito dal 55 al 65%. Il provvedimento riguarda sia gli interventi di riqualificazione energetica dei privati, cioè delle singole abitazioni, che dei condomini e, ha spiegato il ministro dello Sviluppo, Flavio Zanonato, è stato prorogato di 6 mesi per i privati e di un anno per i condomini.

L’ecobonus varrà dal prossimo 1° luglio (data di scadenza delle precedenti detrazioni) al 31 dicembre ma, se i lavori di ristrutturazione saranno “importanti”cioè riguarderanno “almeno il 25% della superficie dell’involucro”, sarà prorogato fino al 31 dicembre 2014. “Per le spese documentate sostenute a partire dal 1 luglio 2013 fino al 31 dicembre 2013 o fino al 31 dicembre 2014 (per le ristrutturazioni importanti dell’intero edificio), – spiega il governo – spetterà la detrazione dell’imposta lorda per una quota pari al 65% degli importi rimasti a carico del contribuente, ripartita in 10 quote annuali di pari importo”.

A ciò si aggiunge il super-sconto per tutto il 2013 sulle ristrutturazioni, approvato dal governo nel testo del decreto.

L’aumento della detrazione fiscale al 50% previsto dal  decreto sviluppo del giugno 2012, che doveva scadere il 30 giugno prossimo verrà prorogato al 31 dicembre ed esteso anche agli arredi fissi. Ci saranno 6 mesi in più quindi per eseguire interventi edilizi di vario genere sulle abitazioni e ottenere il rimborso (rateizzato in 10 anni) della metà della spesa.

Il decreto Sviluppo
Oltre a regalare 14 punti percentuali in più di sconto fiscale (dal 36 al 50%), il decreto sviluppo aveva anche raddoppiato il tetto di spesa ammesso alla detrazione, da 48mila a 96mila euro. triplicando la detrazione massima consentita:
prima era il 36% di 48.000, cioè 17.280 euro;
ora è il 50% di 96.000, cioè 48.000 euro.

Allo scadere del periodo di “promozione”, il 1° gennaio 2014 (salvo ulteriori proroghe), il bonus fiscale tornerà alla vecchia aliquota (36%) e al precedente tetto di spesa (48mila euro)

LE ALTRE NOVITA’

La detrazione per le ristrutturazioni edilizie è una decana delle agevolazioni. Introdotta dalla legge 449/1997, gode ancora di ottima salute e continua a essere largamente apprezzato dai contribuenti. E ora il vantaggio fiscale è aumentato. Negli ultimi anni sono state introdotte alcune novità ed è stata semplificata la procedura per ottenere il bonus:

la comunicazione di inizio lavori al Centro operativo di Pescara (per tutta Italia) non è più obbligatoria;
il costo della manodopera non deve più essere riportato in fattura come voce separata;
sui bonifici effettuati per pagare lavori la banca applica una ritenuta fiscale del 4% anziché del 10% (per il contribuente non cambia nulla, la novità riguarda le imprese edili che si vedranno accreditata una somma con una minore decurtazione);
in caso di vendita di un immobile ristrutturato, la detrazione delle rate residue può restare al venditore o essere trasferita al compratore, su decisione delle parti. L’opzione deve essere espressa col rogito notarile. Prima l’agevolazione veniva obbligatoriamente trasferita all’acquirente (e la regola vale ancora per gli atti stipulati prima del 16 settembre 2011).

 

LE REGOLE DEL BONUS

 

 Che cos’è

Uno sconto dall’Irpef pari al 50% delle spese sostenute per la ristrutturazione:
 • importo max di spesa: € 96.000,
 • importo max di detrazione: € 48.000 (cioè il 50% di 96.00).

L’importo dev’essere indicato nella dichiarazione dei redditi a partire dall’anno
successivo ed è detraibile in:
10 anni per tutti i contribuenti con meno di 75 anni di età;
5 anni per i contribuenti con meno di 80 anni;
3 anni per i contribuenti con più di 80 anni.

Sui lavori e i materiali è inoltre prevista, di regola, l’aliquota Iva agevolata al 10%.

 

 Beneficiari

Tutte le persone fisiche che:
 • ristrutturano un immobile posseduto a qualsiasi titolo (cioè i proprietari ma
anche chi è in affitto o in usufrutto) entro il 31 dicembre 2012;
 • acquistano un immobile ristrutturato da imprese di costruzione o cooperative
entro il 30 giugno 2013 (ma la ristrutturazione dev’essere conclusa sempre entro il
31 dicembre 2012).

 

 Attività e spese ammesse

Tutti gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, risanamento
conservativo, ristrutturazione edilizia, per quanto riguarda le seguenti spese:
 • progettazione, consulenza, perizie;
 • esecuzione dei lavori;
 • acquisto dei materiali;
 • messa in regola degli impianti elettrici e degli impianti a metano;
 • relazione di conformità dei lavori;
 • imposte e altri costi burocratici (Iva, imposta di bollo, concessioni, autorizzazioni
e denuncia di inizio lavori);
 • oneri di urbanizzazione.

 

Procedura

Nessun adempimento preventivo, essendo stato abolito l’obbligo di inviare la
comunicazione al Centro operativo di Pescara. Occorre però sempre essere in possesso
degli altri documenti eventualmente necessari per l’attività edilizia (Dia/Scia,
concessione edilizia ecc.), da esibire in caso di verifica.

Tutti i pagamenti all’impresa che svolge i lavori devono avvenire tramite bonifico
bancario
dal quale risulti la specifica causale del versamento e il codice fiscale di
entrambe le parti (le banche hanno appositi moduli per questo tipo di bonifico).

E’ importante conservare:
le fatture o le ricevute fiscali per gli acquisti e le prestazioni detraibili;
le ricevute dei bonifici come prova del pagamento.

 

Insuflaggio pareti

Coibentazione delle pareti esterne dell’edificio un grande risparmio energetico con un intervento alle pareti e al sottotetto.

La maggior parte delle nostre abitazioni e’ dotata di una cassa vuota tra le murature perimetrali, detta intercapedine. Questa, generalmente è priva di alcun tipo di isolante, in altri casi ha al suo interno un pannello di polistirolo o lana di vetro , assolutamente insufficiente a garantire un corretto isolamento.
L’aria contenuta all’interno dell’intercapedine, si raffredda in inverno e si riscalda in estate, trasmettendo all’interno delle nostre abitazioni rispettivamente freddo o caldo.
La soluzione è quindi riempire questo spazio vuoto con un materiale coibentante, traspirante ed ecologico. I fiocchi di cellulosa rispettano tutte queste caratteristiche.

INCLUDEPICTURE

MERGEFORMATINET

INCLUDEPICTURE



L’intervento consta nel praticare dei piccoli fori, all’interno o all’esterno delle murature perimetrali,  per riempire la cavità con  i fiocchi di cellulosa insufflati sino a completa saturazione.
La posa avviene in modo veloce e pulito, (normalmente un appartamento si isola in una giornata) e non necessita di particolari interventi murari.
La cellulosa sfusa si usa anche come ottimo isolante nei sottotetti non abitati o nelle falde dei tetti nuovi o esistenti.

Le murature così isolate permettono di ridurre drasticamente le dispersioni termiche tra interno ed esterno, permettendo un risparmio sulle bollette da un 30% fino a un 50 % è significativa la differenza di dispersione tra l’appartamento al piano inferiore (non isolato con intercapedini vuote ) e quello al primo piano già oggetto di insuflaggio nelle intercapedini

COME AVVIENE UN INTERVENTO DI COIBETAZIONE CON INSUFLAGGIO NELLE PARETI:

ESECUZIONE INSUFFLAGGIO

Si esegue una videoispezione per valutare la presenza di legature o corpi estranei nella cassa vuota

Poca invasività dell’istallazione che può avvenire indistintamente  dall’interno o dall’esterno delle murature praticando dei piccoli fori a distanza di circa 2 mt per mezzo di una carotatrice aspirante, senza alcuna preparazione particolare, se non spostare i mobili a ridosso delle pareti stesse

Si riempiono quindi le intercapedini “soffiando” all’interno la cellulosa fino a completa saturazione. Vengono quindi chiusi i fori e ripristinata la superficie iniziale

CONCLUSIONE E VERIFICA

Un nostro tecnico esegue  i controlli finali e consegna la certificazione e la documentazione per gli sgravi fiscali.

Fotovoltaico

Il Conto Energia è il programma che incentiva in conto esercizio l’energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici connessi alla rete elettrica.

-realizzazione di impianti fotovoltaici civili e industriali

– impianti stand alone

Possono beneficiare del Conto Energia le persone fisiche, le persone giuridiche, i soggetti pubblici, gli enti non commerciali e i condomini di unità abitative e/o di edifici.

Chi siamo

Energie Verdi s.r.l. è una società specializzata in energia rinnovabile in tutta Italia ed in altri paesi europei, che si occupa principalmente di fotovoltaico, eolico, minieolico, pompe di calore, solare termico.

L’azienda è in grado di progettare, sviluppare e realizzare ogni impianto, seguendo l’intero lavoro sia dal punto di vista tecnico che gestionale (iter autorizzativi e contatti con il territorio), fornendo un servizio di consulenza specifico per le esigenze di ciascun cliente, con consulenze per le agevolazioni in vigori.

P.i. Francesco Calabrese
consulente energie rinnovabili
calabrese@energieverdi.eu
366/1332957


Geom.Paolo Polledri
consulente energie rinnovabili
polledri@energieverdi.eu
334/5781022


Arch. Marco Peritore
consulente energie rinnovabili
peritore@energieverdi.eu
347/8129732


Geom. Massimo Pinton
Certificatore energetico e tecnico professionista
pinton@energieverdi.eu
342/7492365


Rag. Manuela Formenti
amministrazione
amministrazione@energieverdi.eu
0362/331467


Geom . Roberto Romano
consulente energie rinnovabili
romano@energieverdi.eu
0362/331467


Sig. Gianni Bragion
tecnico installatore
bragion@energieverdi.eu
0362/331467